Rinfrescarsi nel torrente alle pozze di Bonacina

In una calda domenica d’agosto,in cui vorremmo tanto andare alla ricerca del fresco in montagna, ci svegliamo però troppo tardi per farlo.

Decidiamo quindi di ripiegare su un posto dove rinfrescarsi nel torrente e scegliamo  le nostre adorate pozze di Erve, dove ci rechiamo almeno una volta durante l’estate.

Invece no, missione fallita .

La  “Sagra della polenta” di Erve,con pranzo e spettacoli vari,ci blocca a 3 km prima di raggiungere il paese.

Infatti una volta esauriti i posti auto, la strada viene chiusa al traffico; non ci resta altro da fare che che tornare indietro e pensare al  ” piano B” .

Rinfrescarsi nel torrente alle pozze di Bonacina: dove si trovano

Essendo ormai nel lecchese pensiamo ad un luogo che sia abbordabile ad un orario ormai tardo.

Escluso quindi il lago, mi viene in mente un video degli amici di Fuggo da Milano, che si tuffano nelle acque del torrente Caldone.

Proviamo allora a dirigerci lì,visto che siamo a circa 15 minuti di auto.

Non avendo un indirizzo preciso,sappiamo che il posto è conosciuto come Pozze di Bonacina ed impostiamo questa località sul navigatore.

Bonacina è infatti una frazione di Lecco, a breve distanza dal centro della cittadina lacustre.

Lasciamo l’auto in una zona industriale dove termina la strada.

Rinfrescarsi nel torrente alle pozze di Bonacina: il percorso

Ci avviamo a piedi verso il torrente Caldone, che ha origine nel paese di Morterone e sfocia nel lago di Como.

Subito dopo il ponte in cemento che lo attraversa, teniamo la sinistra e imbocchiamo lo sterrato: le prime pozze ed i primi bagnanti sono subito lì.

Rinfrescarsi nel torrente alle pozze di Bonacina:il ponte di cemento
Il ponte degli Alpini

Inutile dire che essendo una giornata calda in molti hanno optato per rinfrescarsi nel torrente alle pozze di Bonacina.

Rinfrescarsi nel torrente alle pozze di Bonacina
Le pozze di Bonacina

 

Proseguiamo quindi lungo la stradina e raggiungiamo la casetta dell’acquedotto.

In questo punto il sentiero termina, dopo una decina di minuti di passeggiata.

Rinfrescarsi nel torrente alle pozze di Bonacina:vista sui monti
Vista sui monti lecchesi dalle pozze

Decidiamo quindi di ripercorrere il sentiero a ritroso e ci fermiamo in una zona che ci sembra idonea a potersi bagnare; infatti in alcuni punti il torrente è più impetuoso e crea cascatelle più forti e zone con maggiore corrente.

Rinfrescarsi nel torrente alle pozze di Bonacina:luchino fa il bagno
Luchino in una Pozza

L’acqua è ovviamente molto fresca, ma si sa i bambini farebbero di tutto per giocare con l’acqua!

Restiamo alle pozze cambiando posto fino a che l’ombra degli alberi circostanti inizia a prevalere e l‘aria frizzantina diventa fastidiosa (sono circa le 17 ).

Inoltre le zanzare iniziano ad impossessarsi del territorio e a dare parecchia noia.

Pozze di Bonacina: escursione manzoniana

Dal ponte in cemento (detto Ponte degli Alpini) che si trova poco dopo il parcheggio nella zona industriale, si raggiunge la Chiesa di Sant’Egidio,da dove parte un sentiero escursionistico.

Rinfrescarsi nel torrente alle pozze di Bonacina
La partenza dell’escursione

Noi non lo abbiamo percorso, ma può essere interessante, poiché va alla scoperta dei luoghi manzoniani al cospetto del Monte Resegone e con affaccio sul lago.

Se volete maggiori info le trovate qui.

Pozze di Bonacina: informazioni utili

Vi lasciamo qualche consiglio per rinfrescarsi nel torrente alle pozze di Bonacina:

  • I parcheggi nella zona industriale sono davvero pochi per questo consigliamo di arrivare abbastanza presto;
  • Per percorrere il sentiero sono sufficienti le scarpe da ginnastica;
  • Esso potrebbe essere praticato da passeggini da trekking, ma poi sarebbe insensato lasciarlo sul sentiero;
  • Vicino alle pozze di Bonacina non ci sono né bar né fontanelle per l’acqua. Portate da casa quello che vi potrebbe servire o fermatevi a Lecco prima di arrivare;
  • ricordatevi di fare indossare ai bambini le scarpette da scoglio per non farsi male ai piedi entrando nel torrente.
  • Oltre ai bambini si divertiranno moltissimo anche i cani!

 

Siete stati alle pozze di Bonacina?

Conoscete altri luoghi dove rinfrescarsi nei torrenti?

Fatecelo sapere nei commenti.

15 pensieri su “Rinfrescarsi nel torrente alle pozze di Bonacina”

  1. Ci sono parecchi posti del genere, sparsi in varie zone ma poco conosciuti… Proprio per questo a volte sono più magici di spiagge e lidi. Sicuramente a luglio e agosto dal momento che si può respirare un po’ di pace!

  2. Di sicuro con questo caldo ogni scusa è buona per fare un bagno. Io da isolana non amo molto fare il bagno nei torrenti o nei laghi ma sono sicura che mi adatterei alla situazione.

  3. Non ci sono mai stata e neppure le conoscevo, ma i luoghi in cui c’è acqua e in cui è possibile bagnarsi sono tra le mie mete preferite. Terrò a mente per il prossimo viaggio in nord Italia!

  4. Sembra un bellissimo posto, non ne abbiamo mai sentito parlare prima. Con questo caldo una gita al fresco ci vuole proprio. Noi stiamo aspettando le ferie per poter fuggire un pochino al caldo della città.

  5. Ciao! grazie per il consiglio, sono di Lecco e neanche le conoscevo!! confermo le tue info, abbiamo passato una bellissima mattinata al fresco (10 agosto) e i miei bimbi si sono divertiti a pucciare i piedi in acqua (bagno impossibile in quanto acqua davvero fredda!)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *