Ponticello nella valle delle farfalle

Visitare la Valle delle Farfalle a Rodi

Durante il nostro viaggio a Rodi di agosto non potevamo non visitare la Valle delle Farfalle.

Esso è un luogo imperdibile per grandi e piccini, dove si respira un’atmosfera surreale, quasi da fiaba.

Come arrivare alla Valle delle Farfalle

La Valle delle Farfalle si trova nella zona Nord di Rodi, sul versante occidentale dell’isola.

Per poterla visitare occorre raggiungere il villaggio di Petaloudes (che in greco significa farfalla) a 27 km dalla città di Rodi e a 10 dall’aeroporto.

Sul navigatore abbiamo impostato il paese di Theologos, arrivando da Kolymbia.

Ben presto sulla strada, che taglia il cuore dell’isola di Rodi, si trovano le indicazioni ai principali bivi per raggiungere la Valle delle Farfalle.

Ad un certo punto noterete i panorami cambiare: diventeranno più boschivi e simili a quelli di montagna.

La strada è comoda e larga, con qualche tornante prima in salita e poi in discesa.

Visitare la Valle delle Farfalle: il percorso

Per visitare la Valle delle Farfalle, e non rischiare di trovare la calca agostana, siamo arrivati al parcheggio alle 9 circa.

Lasciata l’auto occorre scendere qualche metro sulla strada asfaltata per raggiungere l’ingresso principale.

Poco prima della biglietteria troverete il desk per prenotare il giro sul trenino, i bagni pubblici e varie bancarelle con i souvenirs.

Alla cassa potrete pagare l’ingresso di €5 per gli adulti, mentre per i bambini è gratis, e quindi entrare dai tornelli.

Da qui parte la salita di circa 1 km (percorribile in circa un’ora) lungo la fresca Valle che ha una peculiarità davvero unica.

La salita non è faticosa ed è a prova di bambino.

Tra cascatelle e specchi d’acqua create dal fiume Pelekanos trova il suo habitat ideale una colonia di farfalle marroni/ nere.

Cascatella della Valle delle Farfalle
Cascatella all’ingresso della Valle delle Farfalle

Esse appartengono alla specie “Callimorpha quadri puntuaria” che si trova in questo punto  preciso dell’isola di Rodi, perché viene attratta dalla resina di un particolare acero.

Le farfalle dormono posate su alberi, foglie e rocce ed a volte li ricoprono letteralmente.

Masso ricoperto di farfalle alla Valle delle farfalle
Masso ricoperto di farfalle

La raccomandazione che viene fatta è di non disturbare le farfalle (oltre che a comportarsi civilmente).

Infatti può essere molto romantico camminare fra nuvole di farfalle che si alzano in volo (che quando aprono le ali sono di colore arancione/rosso ) ma per loro ciò può significare la morte.

Ad ogni schiamazzo o battito di mani le farfalle infatti si spaventano e volano via  per fuggire; ciò richiede loro un dispendio di energie tale da portare addirittura a morire per la fatica.

isitare la valle delle farfalle: tronco ricoperto da farfalle
Tronco di acero ricoperto da farfalle

Mentre si percorre il sentiero nel bosco è bello soffermarsi, ove il passaggio non è troppo stretto) ad osservare la natura.

Il fiume è popolato sulle sue rive da granchi e piccole lucertole verdi.

Noi siamo stati testimoni di una scena epica: una lucertola ha divorato davanti ai nostri occhi una farfalla, ignara che presto sarebbe stata la preda di un granchio appostato dietro di lei!

granchio della Valle delle Farfalle
Granchio della Valle delle Farfalle

Arrivati in cima, dopo una serie di gradoni, ci siamo fermati a pranzare al baretto che si trova nel piazzale dell’ingresso Nord ,che ha prezzi abbordabili.

Dato il caldo dell’ora di mezzogiorno non abbiamo proseguito a piedi sulla strada asfaltata per visitare il Monastero di Kalopetra; lo abbiamo invece visto fermandoci in auto al ritorno.

Secondo la leggenda il Principe Greco Ypsilanti portò qui la figlia malata di tubercolosi per essere curata con l’acqua di una fonte ed ella guarì.

Per riconoscenza il principe nel 1780 circa fece innalzare il monastero dedicato alla Vergine Maria chiamandolo Kalopetra ( buona pietra in greco).

Visitare la Valle delle Farfalle; il Monastero di Kalopetra
Monastero di Kalopetra

Il ritorno è per la stessa via o  potete usufruire del trenino, detto Butterfly Train, che dall’ingresso della Valle fa la spola fra i due ingressi e sosta al monastero; esso parte ogni 30 minuti ed ha un costo di €4,50 per persona  (bimbi gratis).

Visitare la Valle delle Farfalle: i nostri consigli

  • Abbiamo deciso di visitare la Valle delle Farfalle al mattino presto, in modo da non patire troppo il caldo ed è stata la scelta migliore;
  • per percorrere la valle è buona norma indossare scarpe da ginnastica;
  • all’interno della Valle non è possibile introdurre animali, neppure cani al guinzaglio;
  • all’ingresso principale si trovano i bagni pubblici ed alcuni bar ristoranti: se vi dovesse servire, acquistate l’acqua perché non ne troverete lungo il percorso;
  • il sentiero è comodo in mezzo al bosco, ma è intervallato da ponticelli di legno e strettoie, quindi non è possibile visitare la Valle della Farfalle con i passeggini;
  • se i vostri bambini si stancano facilmente, potreste optare per lasciare l’auto al parcheggio dell’ingresso a montevisitare la Valle delle Farfalle, e ritornare prendendo il trenino che vi riporterà alla macchina lungo la strada asfaltata;
  • il periodo migliore per visitare la Valle delle Farfalle va da giugno a settembre, quando i coleotteri sono più numerosi;

Per conoscere esattamente gli orari di apertura della Valle delle Farfalle consultate il sito http://www.greekislandsbooking.com

Cercate un alloggio a Rodi?

Noi siamo stati divinamente al Irene Palace Beach Resort di Kolymbia.

Volete visitare la meravigliosa Lindos? Trovate i nostri consigli qui

 

Amate come noi la Grecia? Raccontatecelo nei commenti qui sotto!

7 pensieri su “Visitare la Valle delle Farfalle a Rodi”

  1. Davvero, davvero belle le foto della pietra e dell’albero ricoperte di farfalle. Una volta sono andato ad Alghero a vedere la casa delle farfalle e sono rimasto estasiato da quel posto.

  2. Avevo visto una foto simile a quella del tronco ricoperto di farfalle su facebook: che meraviglia!
    Pensavo che queste scene si potessero ammirare solo in posti come il Sud America, invece questa terra delle meraviglie è vicina, più di quel che potessi immaginare.

  3. Deve essere un incanto ammirare le farfalle in libertà: un luogo che non perderei assolutamente in visita a Rodi. Me lo appunto per un prossimo viaggio sull’Isola. Grazie per i consigli e le dritte.

  4. Sono certa che questa escursione mi farebbe impazzire di gioia. Le farfalle hanno un significato molto profondo e personale per me e non perdo mai occasione per visitare luoghi che le ospitano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *