vagone minerario del parco di Cortabbio

Visitare le miniere di Cortabbio coi bambini

 

In un pomeriggio afoso di luglio siamo stati a visitare le miniere di Cortabbio coi bambini.
Le miniere si trovano nel parco minerario di Cortabbio a Primaluna (LC) in Valsassina.

La nostra visita alla miniera

Arrivati 10 minuti prima dell’inizio della visita guidata, siamo stati in biglietteria per il pagamento
dell’ingresso e lasciare i nostri dati.
In attesa del gruppo precedente i bambini ,Luchino e la cuginetta, si sono divertiti a esplorare i dintorni fra
vecchi vagoni e giochi.

vagone minerario del parco di Cortabbio
Vagoncino della miniera

Ci siamo poi preparati ad affrontare il freddo della miniera vestendoci pesante con giacche invernali e felpe.
La nostra guida, Federica, ci ha fatto indossare il caschetto di protezione e l’impermeabile .
All’interno della miniera infatti la temperatura varia dai 7 ai 10 gradi ed in estate gocciola vistosamente.
Iniziamo a visitare le miniere di Cortabbio dall’ingresso situato accanto alla biglietteria.
La galleria che attualmente è possibile visitare è chiamata “Nuovo Ribasso”, poiché è il percorso più
giovane ed anche l’ultimo che è stato scavato.

Come visitare le miniere di Cortabbio coi bambini

La galleria si estende per circa 750 metri in lunghezza ed ha una pendenza di circa il 5% verso l’ingresso per
permettere agevolmente la fuoriuscita dei vagoni carichi di materiale.
Lungo il percorso sui binari la nostra bravissima guida ci ha spiegato molte curiosità sulla vita dei minatori,
da quando nell’Ottocento è stata aperta.

binari all'interno della miniera di cortabbio
camminando lungo i binari

La scoperta del giacimento di Barite si deve a un professore che, passeggiando nei boschi sulla Grigna ,si è
accorto che in questo punto la montagna aveva formazioni di Barite.
Da lì l’interesse per l’estrazione di questo minerale che si impiega per l’industria alimentare, in medicina e
per la produzione della carta.
Essa è stata attiva fino al 2012, anno in cui si è conclusa l’escavazione.
Durante la visita abbiamo visto diversi elementi della miniera, una decauville con funzionamento a diesel e
una escavatrice moderna a ruote.

Macchinario ionelle miniere di cortabb
Macchinario all’interno della miniera

( Se volete sapere di più sul funzionamento della ferrovia decauville potete leggere il nostro post su quella
della Valchiavenna sul percorso detto Tracciolino)
Federica ha messo in guardia i bambini sul dispettoso Folletto Grignolo che si aggira nella miniera.
Occhi ben aperti,dunque,potremmo avvisarlo!

Il Folletto Grignolo alle miniere di Cortabbio
Il Folletto Grignolo, mascotte delle miniere di Cortabbio

Abbiamo inoltre visitato la camera dove venivano conservati gli esplosivi con l’altare e la  statuetta di Santa
Barbara, la protettrice dei minatori, che si  rivolgevano a Lei con questa preghiera:

O Santa Barbara,

amica del minatore.

Quando mi lascio alle spalle

il sole che illumina e mi incammino

nel buio ventre della terra:

Tu sei con me!

Quando il sudore della fronte

si impasta con la polvere,

a formare un monumento di fatica:

Tu mi aiuti!

Quando il ricordo dei cari

mi stringe la gola riarsa

ed aiuta la lacrima a rigare il mio volto:

Tu mi ascolti.

Quando là, nel profondo, trepido

accendo la miccia

e la mina sta per brillare:

Tu mi proteggi!

Perciò ti invoco e a Te mi affido!

Santa Barbara, prega per noi.

Al termine della galleria principale si vede il muro dove sono terminati gli scavi.
Arrivati qui è possibile accedere all’ultimo antro scavato, procedendo su una scaletta di ferro e salendo di
alcuni metri.

galleria delle miniere di cortabbio
Fine della galleria

L’ingresso è consentito,però, solo ai bambini di almeno 9 anni compiuti.

Io, Luchino e la cuginetta, abbiamo atteso che gli altri facessero questa esplorazione, divertendoci nel
frattempo a saltare nelle pozzanghere d’acqua rossa.
In questo tratto,infatti, dalle pareti della galleria cola il ferro che rende rugginosa l’acqua.

parete della miniera di cortabbio
Parete della miniera

 

La visita alla miniera è idonea ai bambini?

Qualcuno potrebbe pensare che la visita non sia adatta ai bambini, invece no!
Le spiegazioni della guida sono state semplici e di facile comprensione anche per loro e la storia del Folletto
li ha tenuti in allerta!
Certo Grignolo non si è fatto trovare, ma abbiamo visto le sue tracce.
Il dispettoso Folletto ha giocato coi colori (abbiamo i suoi disegni sulle pareti) ed abbiamo scoperto la sua merenda preferita,ovvero uno strano zucchero filato che cresce nella miniera.

muffa delle miniere
Lo “zucchero filato” del Folletto ,ovvero la muffa delle miniere

Tutto l’ambiente è sicuro ed ha una forte attrattiva sui bambini; inoltre è necessario seguire la guida lungo i binari quindi non c’è nessun pericolo per loro.
I bambini hanno avuto la possibilità di  toccare con mano le pietre ed i macchinari senza annoiarsi mai.

Visitare le miniere di Cortabbio coi bambini: i nostri consigli

Per visitare le miniere di Cortabbio è necessario prenotare la visita guidata.

Le visite si tengono ai seguenti orari :alle 10:30 ,14:30 e alle  16:00 domeniche e festive da dicembre a ottobre, mentre il sabato solo nei mesi di giugno luglio e agosto.
Noi abbiamo inviato una mail qualche giorno prima per prenotare e per avere maggiori informazioni.

I bambini possono accedere alla miniera dai 3 anni compiuti; dai 3 ai 5 anni l’ingresso è gratuito ,mentre dai 6
ai 12 anni il biglietto è ridotto e costa €6,50.
Dai 13 anni invece i bambini pagano il biglietto intero come gli adulti al costo di €9,50.

Si può parcheggiare l’auto a pochi metri dall’ ingresso nel comodo parcheggio gratuito.

 

parcheggio delle miniere di cortabbio
ingresso del parcheggio

Dalla primavera 2018 i parchi sono accessibili ai disabili motori mediante carrello elettrico.

Inoltre è presente un percorso per non vedenti con indicazioni in Braille per il percorso botanico esterno.
Accanto all’ingresso della miniera parte il percorso esterno, uno sterrato nel bosco che risale la montagna.

Questo percorso è possibile farlo anche in autonomia arrivando fino al paese di Primaluna.

E’ possibile vedere gli imbocchi delle Miniere, i resti della Stazione e la teleferica della miniera superiore.
Inoltre si trova un profondo burrone lasciato dai primi scavi a cielo aperto.
Torneremo sicuramente a visitarlo!

Ricordate in qualunque stagione un abbigliamento idoneo alla temperatura della miniere e possibilmente fate indossare ai bambini pantaloni e giacche impermeabili.

La visita dura circa un’ora e mezza ma fra soste, spiegazioni ed altro vola in un lampo!
Secondo il nostro parere la visita alle miniere di Cortabbio per i bambini è idonea da almeno 6 anni per
comprendere le spiegazioni della guida.
Per qualsiasi dubbio o informazione consultate il sito www.youmines.com

A qualche centinaio di metri da qui passa la ciclabile della Valsassina.

La conoscete?

8 pensieri su “Visitare le miniere di Cortabbio coi bambini”

  1. ho trovato il tuo blog sulla rivista “montagne360” anche se non sono più tanto piccino la metto nella lista dei desideri, folletti e gallerie sono anche le mie mete… buone camminate. Sal…

  2. Le miniere mi sono sempre piaciute per le storie umane che narrano. Ne ho visitate diverse in giro per il mondo, ma questa non la conoscevo.Non sono molto lontana dalla Val Sassina potrei organizzare uno dei prossimi week end. Grazie

  3. Ecco, ero già proiettata all’interno della miniera..poi il limite d’età dei bambini ha smorzato il mio entusiasmo. Dovrò aspettare ancora qualche anno. Il tour mi sembra davvero fantastico, e mia figlia so che impazzirebbe a vedere dal vivo una miniera come quella dei sette nani di Biancaneve!

  4. Ho visitato alcune miniere che ci sono in Sardegna. Tutte hanno delle loro caratteristiche e delle storie da raccontare. Mi hai incuriosito e mi hai portato in miniera per qualche istante, mentre leggevo. Sicuramente, se andrò in quelle zona, non dimenticherò di farci una visita. Grazie

  5. Pingback: Piani Resinelli: miniere e parco avventura! | BimbInLombardia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *