Viaggio in Croazia coi bambini: laghi inferiori plitvice

Viaggio in Croazia coi bambini: Plitvice e l’isola di KRK

Ad agosto, dopo essere stati in Alto Adige e Slovenia, Sara e la sua famiglia sono stati a visitare la Croazia.

Come mete hanno scelto i celebri Laghi di Plitvice e l’isola di KRK.

Ecco cosa ci hanno raccontato.

Lasciata la Slovenia ci dirigiamo in Croazia, per l’esattezza a Plitvice, per visitare i famosi Laghi.
Attraversiamo una zona della Croazia, molto verde e selvaggia con poche case, molti autovelox (fate molta attenzione) e qualche paese un po’ trascurato.

Viaggio in Croazia coi bambini: i Laghi inferiori di Plitvice

Arriviamo a destinazione dopo pranzo, seguendo le indicazioni per il nostro B&B “Etno Garden Plitvice Lakes Apartments” e  ci ritroviamo su una stradina molto stretta di montagna circondata completamente da boschi.

Il B&B è bellissimo anche se lontano dal centro (quindi un po’ scomodo se si vuole stare vicino a ristoranti e negozi) ed è costituito da casette in legno;  all’interno hanno 4 appartamenti ciascuna, arredati in stile montano.

Si trova vicino (circa 300 metri) all’ingresso 3 del Parco, quindi comodo soprattutto per famiglie con bambini; ha un ristorante a 50 metri dove cenare e fare colazione che, anche se ottimo, è comunque un po’ caro!

Al B&B si occupano di acquistare i biglietti d’ingresso per gli ospiti e farli trovare in camera il mattino dopo.

Infatti i biglietti si possono acquistare solo agli ingressi 1 e 2; in ogni caso noi ci siamo trovati proprio bene!
Vogliamo iniziare subito la visita dei laghi per cui ci dirigiamo con la nostra auto all’ingresso 1 e facciamo una fila di 40 minuti per acquistare i biglietti per 2 giorni; in totale spendiamo 100 euro, a nostro parere il costo è davvero eccessivo!

Dopo la fila per i biglietti, ne facciamo un’altra per aspettare il nostro turno e finalmente alle 16.30 ci fanno entrare. Decidiamo per oggi di concentrare il tour ai laghi inferiori.

Seguiamo il sentiero e arriviamo alle passerelle di legno a pelo d’acqua e andiamo a vedere la grande cascata.

Anche se un po’ traballanti per i bimbi sono un divertimento assicurato!

Poi tornando indietro e prendendo la passerella sulla destra costeggiamo gli altri 2 laghetti.

Le gente è tanta e abbiamo fatto moltissime code anche sulle passerelle (sconsiglio vivamente di andare con il passeggino, meglio farli camminare o optare per il marsupio).

I laghi sono bellissimi, però vedendo le foto sulle riviste di viaggi mi aspettavo qualcosa di più emozionante, mi sarei aspettata dei colori più accesi, più contrasti; in realtà abbiamo trovato il tutto un po’ troppo turistico.
Rientriamo e dopo una buonissima e abbondante cena al ristorante lì accanto ci ritiriamo in appartamento per la notte.

Viaggio in Croazia coi bambini: laghi inferiori plitvice
Laghi Inferiori di Plitvice

Viaggio in Croazia coi bambini: i Laghi superiori di Plitvice

Per il nostro secondo giorno a Plitvice decidiamo di visitare i laghi superiori.

Partiamo a piedi dal nostro B&B e ci dirigiamo all’ingresso 3 con i nostri biglietti, qui prendiamo il battello (compreso nel prezzo) che ci porterà alla prima fermata P2.

Da lì bisogna scendere e risalire sul traghetto accanto per raggiungere la fermata P1, da dove decidiamo di prendere il trenino fino alla stazione ST3.

Il tragitto con il battello è rilassante e vedere il paesaggio da un’altra prospettiva è sicuramente molto suggestivo!

La nostra decisione di procedere fino al punto ST3 con il trenino è dettata dal fatto che con noi c’è Andrea, in questo modo arriveremo al punto più alto da cui parte il percorso H; procederemo poi sempre in discesa fino ad arrivare di nuovo alla fermata P2 del battello (sono circa 5/6 km).

Facciamo una lunga e noiosa coda di 30 minuti per prendere il trenino e poi finalmente partiamo.

La camminata, in discesa, è semplice ma un po’ scivolosa (meglio usare delle buone scarpe da trekking), passa in mezzo ad un bosco per cui la vista sui laghi non è molto d’impatto.

A tratti l’abbiamo trovato un po’ ripetitivo, fino a quando siamo arrivati al bivio che, passando da un punto pieno di cascate, riporta al battello.

Qui rimaniamo in coda, completamente fermi per circa 40 minuti, c’è moltissima gente, tutti si fermano a fare fotografie e dato che la passerella è stretta non si riesce a passare.

Questa parte del lago merita molto, è un susseguirsi di piccole cascate e vederle dalle passerelle che ci passano molto vicine ci piace tantissimo.
Terminata la visita del parco facciamo le nostre considerazioni: ci aspettavamo sicuramente qualcosa di più ma è comunque un bellissimo luogo da visitare anche con i bambini.

Forse due giorni da dedicargli sono un po’ troppi, se si riuscisse a concentrare la visita dei punti principali e più panoramici in un solo giorno sarebbe meglio e si risparmierebbe.

Laghi superiori plitvice
Laghi Superiori di Plitvice

Viaggio in Croazia coi bambini: l’isola di KRK

Venerdì 23 agosto lasciamo Plitvice e ripartiamo per il nostro viaggio in Croazia coi bambini.

Attraversiamo una zona poco popolata con qualche sparuto villaggio, che porta ancora i segni della guerra, per il resto siamo completamente circondati da alberi e montagne.
Stiamo per raggiungere la nostra meta di mare: Baska, sull’isola di KRK.
Per arrivare sull’isola non occorre prendere nessun traghetto in quanto è collegata alla terraferma da un ponte a pagamento.
L’isola paesaggisticamente è molto bella, lungo la strada per raggiungere Baska, un grazioso paesino proprio nella parte più a sud,percorriamo una strada a tratti a picco sul mare, a tratti circondata da bellissime rocce chiare e ricca di vegetazione.

L’impatto sembra molto positivo.

Arriviamo a “Atrium Residence Baska”, un hotel abbastanza carino con camere spaziose e abbastanza pulite, con una buona colazione (da tenre presente se si hanno intolleranze alimentari).

La posizione è sicuramente la cosa più positiva dell’hotel: si trova proprio di fronte alla spiaggia e si affaccia sulla via del lungomare piena di negozietti di souvenir e ristoranti.

Se si volesse invece usufruire della spiaggia attrezzata e convenzionata con l’hotel potrebbe risultare un po’ scomodo, si trova a circa 8 minuti a piedi (a passo di bambino).
La spiaggia ed il mare sono proprio la cosa che più ci ha deluso: vento, onde incessanti e sassi la fanno da padrone insieme alle migliaia di turisti che invadono ogni millimetro di spazio disponibile.
Il cibo nei vari ristoranti è molto internazionale, non abbiamo trovato molti piatti tipici e nemmeno nulla di così sensazionale; le porzioni inoltre sono abbondanti e i prezzi come in Italia.
Questa località di mare decisamente non fa per noi e l’abbiamo trovata, proprio per le caratteristiche di spiaggia e mare, anche poco adatta a famiglie con bambini. La nostra valutazione è ovviamente molto soggettiva, chi ci conosce bene sa che abbiamo un rapporto molto difficile con il mare.

E’ gradevole invece fare una passeggiata tra le piccole viuzze di Baska, fermandosi a visitare la Chiesa della Santa Trinità.

Viaggio in Croazia coi bambini,isola di krk
Baska, isola di KRK

Visita a Trieste

Martedi 27 agosto è il nostro ultimo giorno di vacanza, lasciamo KRK e ci dirigiamo verso Trieste.

Arrivati portiamo i bagagli in hotel, il bellissimo “Victoria Letterario”: un mix di antico e moderno, pulitissimo, curato e pieno di libri…

Una vera chicca!

Partiamo alla scoperta della città, ma prima ci fermiamo “Da Libero” un ottimo ristorantino sulla strada verso la Cattedrale.
Quanto è bella questa città!

Io me ne sono innamorata, ho passato la giornata con il naso all’insù; il centro storico e i palazzi sono uno più bello dell’altro e Piazza Unità d’Italia, stupenda.

Il mio consiglio è quello di fare anche una bella passeggiata sulle Rive e di visitare la Cattedrale di S. Giusto Martire, con il suo meraviglioso mosaico dell’Incoronazione della Vergine, di cui ho apprezzato soprattutto i colori.
Vicino alla cattedrale si trova anche il Castello di San Giusto anche se lo abbiamo ammirato solo dall’esterno.

Viaggio in Croazia coi bambini, piazza unità d'italia a trieste
Piazza Unità d’Italia a Trieste

Il mattino seguente salutiamo Trieste e ritorniamo in Brianza, soddisfatti del nostro bellissimo viaggio “on the road”.

 

Grazie Sara per questo bellissimo racconto di viaggio!

Se volete continuare a seguirla con la sua famiglia in giro per il mondo trovate qui il suo account Instagram.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *