Alla Piana di San Tomaso coi bambini

Cercate un percorso in montagna adatto ai bambini che coniughi divertimento e opportunità di imparare cose nuove?

Vi racconto la nostra ascesa alla Piana di San Tomaso coi bambini.

Alla Piana di San Tomaso coi bambini

Parcheggiata l’auto in Via della Pace a Valmadrera (in alternativa si può lasciare in zona cimitero), ci si dirige verso il Santuario di S.Martino; esso sorge alla destra del Torrente Inferno, percorrendo una salita costeggiata dalla      Via Crucis di origine Settecentesca.

Poco prima di raggiungere la chiesa sulla destra si imbocca il sentiero denominato “delle vasche”, che prosegue lungo il torrente superando alcuni ostacoli fra le rocce.

Essendo Luchino ancora troppo piccolo per affrontare questa risalita, ci siamo fermati alle prime vasche per giocare con l’acqua e scattare alcune foto alle cascatelle che confluiscono nelle pozze.

L’ acqua del torrente varia di colore passando dall’azzurro al verde smeraldo, e lo abbiamo scoperto grazie alle dritte di Daniela, che ha scritto un bellissimo articolo a riguardo che trovate qui .

 

Salita alla Piana di San Tomaso dal Sentiero numero 3

Tornati indietro di qualche metro abbiamo attraversato l’Inferno e preso il sentiero numero 3 che confluisce  nell’ “Anello delle Casote”.

Le Casote sono delle costruzioni in pietra che un tempo fungevano da rifugio per gli attrezzi dei pastori e contadini o come riparo in caso di maltempo.

 

Il sentiero è abbastanza duro per i bambini che devono essere allenati soprattutto per superare l’ultimo tratto di sassi che sbuca alla Piana di San Tomaso a 580 mt s.l.m. .

In cima si trova una chiesina di San Martino e da lì si può ammirare un fantastico panorama sulla Grignetta, il Monte  S.Martino, il Monte Resegone ed i laghi brianzoli.

E’presente inoltre l’agriturismo Rusconi, che offre piatti della cucina tradizionale, mentre noi abbiamo optato per il pranzo al sacco consumato all’ombra degli alberi.

 

 

Dopo pranzo abbiamo proseguito per circa 10 minuti lungo il Sentiero dei Massi Erratici, fermandoci a giocare sul Torrente al “Taja Sass” in località “la Molinata”.

In questo posto, fino al secolo scorso, si trovava una cava in cui i blocchi di serpentino che venivano tagliati utilizzando dei cunei di legno inseriti  in piccole fessure (da cui il nome “taja sass, cioè taglia sassi ).

Consigli e links utili:

-In cima alla Piana di San Tomaso il ristoro funge anche da bar .

-Prima di intraprendere i percorsi valutate le capacità dei vostri bambini e se i sentieri sono idonei a loro.

-In cima al San Tomaso si può arrivare facilmente percorrendo un altro sentiero semplice che dalla località Belvedere di Valmadrera arriva in cima in meno di un’ora.

Per le altre info http://www.santomaso.it

Aspetta! Ti potrebbe anche interessare :

https://www.ingiroconluchino.it/il-sentiero-dello-spirito-del-bosco-canzo-co/

 

Condividi sui tuoi social

9 pensieri su “Alla Piana di San Tomaso coi bambini”

    1. grazie!noi abbiamo iniziato con gradi… prima paseggiate sulle colline brianzole poi escursioni brevi e via andare; ma l’indole di luca è di gran camminatore!

  1. Pingback: Il sentiero dello Spirito del Bosco – Canzo (CO) | In giro con Luchino

  2. Pingback: La cascata del Cenghen coi bambini - In giro con Luchino

  3. Pingback: Escursioni per famiglie in Lombardia - In giro con Luchino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *