La ciclabile dell’Adda coi bambini

La ciclabile dell’Adda è una ciclovia che attraversa il nord Italia dalle Alpi alla Pianura Padana con un percorso di oltre 300 chilometri.

Abbiamo pedalato lungo questa ciclopedonale in diverse tappe, dividendo il percorso che va da Lecco a Trezzo sull’Adda in più tranches.

Essendo il percorso pianeggiante,è possibile percorrere la ciclabile dell’Adda anche coi bambini.

Vi raccontiamo quindi come abbiamo suddiviso in tappe la nostra visita e cosa abbiamo visto lungo il tracciato.

Percorrere la ciclabile dell’Adda da Lecco a Brivio coi bambini

Questo primo tratto di ciclabile si snoda lungo la ciclopedonale dei Laghi di Garlate ed Olginate.

Se arrivate in auto è possibile lasciarla in prossimità del Ponte Vecchio e procedendo in direzione Garlate; in questa parte troverete diversi parco giochi per i bambini e chioschi.

Proseguendo è possibile ammirare la diga di Olginate e di resti storici della dominazione romana, delle costruzioni di epoca medievale e ville d’epoca.

Lasciato alle spalle l’ex ponte della ferrovia, andiamo sempre dritti lungo la ciclabile verso Brivio; le sponde dell’Adda qui regalano la vista di molti uccelli come folaghe, aironi, germani reali.

Inltre, prestando attenzione a non far rumore è possibile scorgere le nutrie sulle rive.

Si giunge quindi  in breve a Brivio, nella piazza antistante il Castello, risalente al X secolo, che venne costruito a difesa delle popolazioni barbare.

La ciclabile dell'Adda coi bambini
Vista dell’Adda a Olginate

La ciclabile dell’Adda: in bici coi bambini da Brivio a Paderno d’Adda

Lasciata l’auto in zona caserma dei Carabinieri a Brivio (prestate attenzione perchè molti parcheggi in prossimità dell’Adda sono a disco orario) ci dirigiamo verso Imbersago.

Passiamo in prossimità del ponte di Brivio che porta dalla sponda lecchese a quella bergamasca e poco più avanti, se la stagione lo permette, è possibile fermarsi a fare un bagno nel Toffo.

Infatti fra Brivio ed il comune di Calco si trova un laghetto balneabile, meta ambita da famiglie che non rischiano di tuffarsi (a ragion veduta) nelle acque del fiume.

Giungiamo quindi ad Imbersago, dove è impossibile non fermarsi ad ammirare il Traghetto leonardiano.

Questa curiosa imbarcazione funziona a mano, cioè un manovratore, sfruttando la corrente del fiume, si aggancia ad una fune per dare la direzione.

Seguendo il corso dell’Adda si trovano il laghetto di Praela, la diga e la centrale idroelettrica ed il Ponte San Michele, il ponte di ferro costruito a fine ‘800.

il traghetto di Leonardo
Il traghetto di Leonardo

La ciclabile dell’Adda da Paderno d’Adda a Trezzo

Arrivati a Paderno d’Adda in auto si può parcheggiare nei pressi della Chiesina degli Alpini; da qui una lunga discesa (che poi al ritorno sarà una faticosissima salita) porta lungo il fiume.

Dopo qualche pedalata ci si sposta lungo il Naviglio di Paderno, un canale artificiale navigabile che serviva agli scambi commerciali fino alla costruzione della linea ferroviaria.

Passando in questa zona non si può far altro che ammirare la natura che ispirò diversi quadri di Leonardo da Vinci, come “La Vergine delle Rocce”.

In breve si giunge nel comune di Cornate d’Adda, più precisamente nella frazione di Porto, dove ai bambini piacerà fermarsi a visitare l‘Ecomuseo di Leonardo, con le ricostruzioni dei suoi progetti ingegneristici.

Lì accanto si trova il Santuario della Madonna della Rocchetta, dalla cui sommità si gode un ampio panorama sui territori circostanti.

Poco più avanti lungo la riva dell’Adda sono presenti delle piscinette artificiali molto ben curate e poco profonde, dove i bambini possono bagnarsi in tutta tranquillità.

Sempre avanti si giunge a Trezzo sull’Adda.

La ciclabile dell'Adda coi bambini: il ponte di Paderno
Il ponte di Paderno

I nostri consigli 

  • Prestate sempre attenzione ai bambini, poichè l’Adda ed il naviglio di Paderno non hanno protezioni lungo gli argini;
  • Portate con voi acqua e cibo, a meno di progettare al meglio la vostra visita e fermarvi nei bar e ristoranti lungo il tracciato;
  • Alcun tratti si prestano maggiormente ad essere visitati in estate, quando i bambini possono fermarsi a bagnarsi in alcune zone protette, come il Toffo a Brivio o le pozze di Porto d’Adda;
  • Nel week end troverete di sicuro molta più gente lungo la ciclabile.

 

 

 

 

 

Condividi sui tuoi social

1 pensiero su “La ciclabile dell’Adda coi bambini”

  1. Pingback: Gita fuori porta vicino a Bergamo: Crespi d'Adda - In giro con Luchino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *