Panorama sui laghi brianzoli durante l'escursione sul Monte Cornizzolo

Escursione sul Monte Cornizzolo

Dopo le abbuffate natalizie una camminata in montagna è indispensabile!

Abbiamo quindi cercato un itinerario semplice e non troppo lontano da casa: niente di meglio, allora, di un’escursione sul Monte Cornizzolo!

Dove si trova il Monte Cornizzolo

Il Monte Cornizzolo si trova nelle Prealpi Lombarde e la sua cima è posta a 1241 metri di altitudine.

A cavallo fra le province di Como e Lecco, questa località è diventata famosa per essere un campo di decollo per gli amanti del parapendio.

Esso si trova nel comune di Civate (LC).

Il Monte Cornizzolo: i vari percorsi

Le salite per giungere al Monte Cornizzolo sono diverse; quella più conosciuta parte dal paese di Eupilio, in provincia di Como,ed è  frequentata soprattutto da ciclisti, poichè sale su strada asfaltata.

In alternativa si arriva più velocemente da Suello, in provincia di Lecco, percorrendo la direttissima oppure salendo da Civate.

Altrettanto spettacolare è la salita da Canzo, partendo da Fonte Gajum.

Escursione sul Monte Cornizzolo da Eupilio

Percorsa la Statale 36 raggiungiamo l’abitato di Eupilio e lasciato il lago del Segrino alla nostra sinistra ci inerpichiamo con l’auto raggiungendo la  località Carella.

Le indicazioni sono ben poste e non si può sbagliare strada; la salita diventa subito abbastanza stretta e passare con due auto in alcuni punti risulta faticoso.

Arrivati si può quindi parcheggiare in uno spiazzo adiacente al ristorante trattoria “Brianzola” in un posteggio sterrato.

Da lì si procede su strada asfaltata, incontrando un cascinale ed un cancello; su quest’ultimo si trovano i cartelli con le indicazioni di apertura del Rifugio che si trova in cima.

Inizia quindi un tratto di bosco di castagni (i ricci sono ancora presenti sul ciglio) e poco dopo si incontra un sentiero che taglia la strada di alcuni tornanti.

Escursione sul Monte Cornizzolo: la strada asfaltata
La strada asfaltata

Saliremo a questo punto alternando la strada asfaltata al sentiero nel bosco.

Giunti abbastanza in quota si apre il panorama sulla Brianza lecchese e sui laghi di Pusiano e Alserio.

Impossibile non fermarsi per una sosta con vista!

Anche se la giornata non è fredda l’aria si fa frizzantina e ci tratteniamo a bere un tè caldo.

Panorama dalla salita sul Monte Cornizzolo

Ecco il panorama mentre Luchino si riscalda con in mano la tazza presente nella gavetta MH500 di Decathlon.

Escursione al Monte Cornizzolo: la vetta

Dopo un falsopiano su strada asfaltata,  si scorge sulla destra il rifugio Marisa Consiglieri a 1100 metri di altitudine.

Sul pratone sulla sinistra si trova una chiesetta degli Alpini di Civate; in questo periodo essa ospita al proprio esterno un bellissimo presepe in legno.

Accanto alla chiesa è stata posta una croce risalente al 1900, che è stata restaurata nel 97.

chiesetta degli alpini sul monte cornizzolo
chiesetta degli alpini

Ancora circa mezz’ora di salita e arriviamo alla croce in vetta al Monte Cornizzolo.

vista dalla vetta del Cornizzolo
Vista dalla vetta

Ridiscesi quindi al pratone vicino al rifugio, finalmente possiamo pranzare (il rifugio è aperto solo la domenica ed i festivi).

Escursione sul Monte cornizzolo

Per pranzo abbiamo preparato la nostra pasta (i panini in inverno proprio non riusciamo a mangiarli) ed il pollo cucinandoli nella gavetta MH500 Decathlon.

All’interno di essa si trovano riposte tazze, piatti fondi e posate impilate comodamente.

Con soli 1645 grammi di peso da portare nello zaino si cucina e si mangia comodamente in quattro persone.

Semplice da utilizzare (funziona su tutti i tipi di fuoco) e molto comoda da trasportare grazie alla sacca in dotazione.

Potete acquistarla qui.

I nostri consigli

Per affrontare al meglio l’escursione al Monte Cornizzolo:

  • vestitevi adeguatamente alla stagione e verificate la temperatura che troverete a destinazione; vi abbiamo raccontato nel nostro articolo come vestirsi e cosa portare nello zaino durante le escursioni in inverno;
  • la salita è adatta a tutti, bambini già abituati a camminare e cani, ma ricordate che l’ascesa è lunga ed alcuni tratti abbastanza in pendenza. Noi abbiamo impiegato, tra salita e discesa, a passo di Luchino, circa 4 ore e mezza (dislivello di circa 800 metri);
  • potete scegliere se affrontare il percorso salendo sulla strada asfaltata oppure seguendo i sentieri nel bosco;
  • portatevi tutto l’occorrente per il pranzo e l’acqua da bere, poiché non sono presenti fontanelle lungo il percorso;
  • in alternativa prenotate (con un po’di anticipo) un tavolo al Rifugio Marisa Consiglieri verificandone l’apertura;
  • non ci sentiamo di consigliare l’escursione sul Monte Cornizzolo in piena estate per il grande caldo sulla strada asfaltata.

 

Post scritto in collaborazione con Decathlon

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *