Berlino coi bambini

Berlino coi bambini: itinerario di tre giorni

Viaggio a Berlino coi bambini? E’ fattibile!

In questo post voglio raccontarvi la nostra esperienza con Luchino di 2 anni.

Per il nostro viaggio a Berlino abbiamo prenotato il volo a Marzo per Agosto con una convenientissima offerta Ryanair,con partenza da Bergamo ed arrivo all’aeroporto di Schonefeld.

Qualche tempo più tardi abbiamo trovato l’alloggio,riservando una camera presso l’ hotel Ibis Budget Berlin Alexanderplatz.

Attraverso il sito www.accorhotels.com abbiamo bloccato una camera con terzo letto ad un prezzo vantaggioso.

In ultimo abbiamo fatto la prenotazione del parcheggio,trovandolo presso l’OK parking di Grassobbio (BG).

Berlino coi bambini :primo giorno

Volo partito in perfetto orario dall’aeroporto di Orio al Serio ,in una calda giornata di fine Agosto e siamo arrivati alle 11 circa della mattina.

Abbiamo quindi raggiunto l’hotel con un taxi , provvisto di seggiolino per bambini, con tutti i pro e contro del caso.

Infatti abbiamo potuto gustare dai finestrini la città fino al centro ,impiegandoci però molto tempo per via del traffico.

In albergo abbiamo fatto rapidamente il check in e lasciate le valigie in camera siamo andati in avanscoperta.

L’Ibis Budget dista circa 10 minuti a piedi da Alexanderplatz,nel cuore di Berlino.

Nell’antichità questa piazza fungeva da mercato del bestiame e via via è divenuta un centro sempre più importante con la costruzione della stazione.

Oggi Alexanderplatz ospita numerosi negozi , grattacieli, l’Orologio del tempo del mondo e la Torre della televisione tedesca.

Berlino coi bambini
L’Orologio del tempo del mondo

Decidiamo quindi di prenotare l’ascensione a questa attrazione e siamo saliti poco dopo fino alla piattaforma panoramica girevole ,raggiungendo quota 203 metri.

Berlino coi bambini
La torre della televisione vista da Alexanderplatz

Trovate tutte le info sulle varie tipologie di biglietti acquistabili su www.tv-turm.de

Usciti dalla torre ci rechiamo a piedi a visitare la Nikolaikirche, ovvero la chiesa di San Nicola ed il poco distante Berliner Dom.

Il duomo evangelico si trova in Am Lustgarten ed è stato costruito nel periodo che va dal 1700 ad inizi 900,in stile neobarocco; il costo dell’ingresso è di 7 € per gli adulti .

Berlino coi bambini : secondo giorno

Colazione abbondante presso l’alimentari e bar Edeka BarnimstraSe,situato accanto al nostro hotel, che ci ha gentilmente scaldato il biberon di Luca.

Opteremo per questa comoda scelta anche nelle mattine successive, anche per rifornirci di acqua e e snack per la giornata (frutta ecc..) .

Passiamo la mattinata passeggiando lungo la Unter den Linden,il viale più importante di Berlino, lungo circa un chilometro e mezzo.

Partiti dalla cosidetta “Isola dei musei ” (che abbiamo deciso di non visitare per mancanza di tempo) ,si arriva fino ad uno dei simboli di Berlino :la porta di Brandeburgo.

Berlino coi bambini
La Porta di Brandeburgo

Infatti in Pariser Platz si erge una porta in stile neoclassico ,commissionato dal re Federico II di Prussia come simbolo di pace.

Camminando all’interno del parco del Tiergarten ,in pochi minuti raggiungiamo il Palazzo del Parlamento,il Reichstag,in Platz der Republik.

Putroppo la visita va prenotata molto tempo prima e non siamo riusciti ad entrare per vedere Berlino dall’alto della cupola.

Pranziamo presso uno dei tantissimi baracchini presenti in zona e ritorniamo sui nostri passi per visitare il Memoriale dell’Olocausto ed il suo museo.

Berlino coi bambini
IL Memoriale dell’Olocausto

Approfittando della nanna pomeridiana del piccolo , visitiamo il museo sotterraneo ,con un costante groppo in gola.

Il monumento è un memoriale agli ebrei vittime del nazismo :2711 blocchi rettangolari in cemento poste come lapidi a formare un labirinto ,fra le quali è possibile camminarvi.

L’ingresso al museo è libero,accessibile con ascensore (quindi è possibile scendere col passeggino) o rampa di scale.

Ultima tappa della giornata Potsdamer Platz,grande piazza situata nella “Berlino Ovest” , nella quale spiccano la porta e gli imponenti grattacieli.

Berlino coi bambini
Il Sony Center

Procediamo con la visita al famoso Sony Center ,costruito a fine anni 90 come zona turistica avvenieristica e di intrattenimento.

All’interno vi è una zona coperta ; da segnalare per i bambini il famoso Legoland , il parco tematico degli intramontabili mattoncini per costruzioni.

Berlino coi bambini: terzo giorno

Terzo giorno iniziato con la visita all’East side Gallery ,ovvero alla porzione di muro orientale rimasta in piedi dopo l’abbattimento del Novembre 1989.

Si tratta di una sezione lunga circa 1 km e ricoperta da graffiti : è il simbolo di Berlino e della sua recente storia di libertà.

E’ meraviglioso perdersi ad ammirare ogni dettaglio che è stato disegnato.

Berlino coi bambini
East Side Gallery

Imperdibile una sosta lungo il fiume Sprea con vista sullo spettacolare Oberbaumbrucke, il ponte ad arco di colore rosso che poi abbiamo percorso a piedi.

Altra tappa della giornata è stato il turistico Checkpoint Charlie ,la ricostruzione del posto di blocco che lì sorgeva a dividere la parte est e la parte ovest della città.

Berlino coi bambini
Checkpoint Charlie

Si trova infatti una cabina americana per il controllo con alcuni personaggi in divisa dell’epoca .

A pochi passi si trova il Museo del muro, con una mostra fotografie del tempo esposte.

Altro museo visitato in giornata è stato il Topografie des terrors, un sito commemorativo sorto dove si trovava il  quartier generale delle SS.

Nel pomeriggio,sempre durante la nanna di Luchino,siamo stati al Museo della DDR .

Qui si trovano esposti una serie di oggetti della Berlino est che mostrano al visitatore la vita quotidiana dei berlinesi,salire su una vettura Trabant oppure entrare in una ricostruzione di una casa.

Costo del biglietto d’ingresso per gli adulti  di circa 10 €.

Berlino coi bambini
Trabant esposta al DDR Museum

Consigli utili per visitare Berlino coi bambini

La camera dell’albergo era una camera moderna, essenziale ma molto pulita.

Ci è stato assegnato il terzo letto a castello,chiedete in fase di prenotazione se sarà affiancato al matrimoniale.

Colazione non compresa abbastanza cara ,abbiamo quindi optato per il solo pernottamento.

Posizione centrale a 10 minuti a piedi da Alexanderplatz ed i mezzi pubblici.

Abbiamo girato Berlino con il passeggino e si è rivelato indispensabile con un bambino di quasi due anni e per nulla d’intralcio.

Abbiamo utilizzato i mezzi pubblici senza difficoltà e trovando sempre un occhio di riguardo e un aiuto.

Clima a fine agosto molto variabile, vestitevi a strati e portate una giacca per la sera o in caso di vento.

Per il tragitto dall’aeroporto all’hotel abbiamo scelto il taxi, ma da Schonefeld al centro di Berlino si può utilizzare il treno “Airport express” o la metropolitana che raggiungono il centro in 35/40 minuti a costi molto più bassi.

 

 

4 pensieri su “Berlino coi bambini: itinerario di tre giorni”

  1. Che bello il tuo post cade proprio a pennello, andremo con Irene (2 anni) a febbraio!! Una domanda come avete raggiunto la east sude gallery?

  2. Pingback: 5 giorni a Londra coi bambini: il nostro itinerario - In giro con Luchino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *