La ciclopedonale della Valsassina (LC)

Per tentare di vincere un po’ il caldo di questi giorni di fine luglio siamo stati in Valsassina (LC) a  percorrere la ciclopedonale che segue il corso del torrente Pioverna , che nasce nella Grigna Settentrionale e sfocia nel lago di Como a Bellano.

 – Come arrivare

Partiti alle 10 circa da casa siamo arrivati in un’oretta al punto deciso per iniziare la pedalata , cioè a Pasturo (LC) nei pressi del Minigolf Antonio III ( che funge anche da chiosco bar con noleggio bici ed eventuale seggiolino bimbi ).

– Il percorso

La pista in realtà ha inizio circa 4 km prima, nel comune di Barzio in via Fornace Merlo 2, nei pressi della Comunità montana e termina a Taceno .

In totale i km che noi abbiamo percorso sono circa una ventina, con tratti pianeggianti che si alternano a saliscendi dolci ( all’andata sempre in leggera discesa, in salita al ritorno ) .

Il fondo stradale è sempre asfaltato ad eccezione di una piccolo tratto di congiungimento in località Bindo che è sterrato e molto stretto.

Il panorama che offre la ciclopedonale è davvero invidiabile, immerso fra le montagne lecchesi  e lungo di essa si incontrano anche due cascate : la prima quasi all’inizio del percorso con un flusso leggero a caduta lungo le rocce, mentre l’altra si trova a Introbio ed è detta “della Troggia” ( il nome del piccolo corso d’acqua che confluisce nel Pioverna) e che è famosa per essere citata in uno scritto dei Leonardo Da Vinci , ma per  vederla da vicino occorre fare una breve deviazione.

Numerosi sono i ponticelli che attraversano il torrente ,così come gli animali che si vedono  al pascolo, come caprette, pecore e moltissimi cavalli , data la presenza di alcuni maneggi e di una frequentata ippovia.

 

Gli occhi di Luca erano sempre pieni di stupore !

Proseguendo verso Taceno la Valle si apre e si trova un campo volo ( motivo del quale durante il pranzo dei piccoli velivoli ci hanno sorvolato a bassa quota ) e la fine del percorso si avvicina ,giunti in località Tartavalle terme (ex località di cura in voga nei primi del 900 ) .

– Consigli e links utili

  • La pista è percorribile anche a piedi e coi passeggini;
  • Lungo la via sono presenti alcuni chioschi con parchi gioco e griglie ;

  • In molti punti il torrente consente di fermarsi a prendere il sole sulle sponde o di bagnarsi ;

  • Se andate in estate potreste trovate come noi una giornata ventilata ,non dimenticate la crema solare e neppure la felpa / giubbetto antivento per le zone più ombreggiate ;
  • Se non desiderate percorrere tutta la ciclopedonale potete scegliere di farne solo un tratto ed abbinare una delle tante attività per i bambini che si trovano in zona :

– la visita al “Saba ranch “ in via Caraletta 27 a Primaluna (LC) che offre la possibilità di un giro pony ;

– visitare la già citata “Cascata della Troggia “che si trova in Via della Cascata a Introbio (LC) ;

-andare al  “Parco minerario di Cortabbio” in via Merla in località Merla (LC).

  • Il traffico al ritorno è notevole, noi abbiamo optato per fermarci a far giocare Luchino al Minigolf e poi a cenare in una pizzeria .

 

 

Per le info sul Saba Ranch clicca qui

Per tutte le info sulla visita alle miniere consultate il sito http://www.youmines.com

 

 

 

3 pensieri su “La ciclopedonale della Valsassina (LC)”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *